sabato 28 giugno 2014

Chiusura strumenti Titolo II e Titolo II Turismo

+ No comment yet
A seguito di decisioni intraprese a livello comunitario, il prossimo 30 giugno giungerà a scadenza la vigenza del Regolamento generale di esenzione n. 800/2008; a far data dal 1° luglio 2014 entrerà in vigore il nuovo Regolamento di esenzione, approvato il 21 maggio us (Regolamento (UE) C (2014) 3292/3 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 107 e 108 del TFUE).
Il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica de Mise - Direzione Generale per la Politica Regionale Unitaria Comunitaria - ha fornito alcuni chiarimenti ai fini degli atti amministrativi da adottare per segnare il discrimine tra vecchia e nuova disciplina in materia di aiuti a finalità regionale.

Si segnala che, dal 21 giugno 2014 verrà interrotta l'operatività sulla procedura Titolo II e Titolo II Turismo. 

Per le finalità suesposte, ed in particolare per consentire di applicare ai progetti di investimento ammessi a finanziamento sino al 30/06/2014, le regole vigenti al 31/12/2013 è necessario individuare i soggetti ammessi all'agevolazione a seguito delle procedure di evidenza pubblica in corso, con individuazione nominale dei beneficiari e determinazione delle somme da concedere a titolo di aiuto.

Tanto premesso, si segnala che, dal 21 giugno 2014 verrà interrotta l'operatività sulla procedura Titolo II e Titolo II Turismo.
Alla data del 21 giugno 2014, nelle Procedure Telematiche del Titolo II e Titolo II Turismo, saranno evidenziati i seguenti status:

a) domande inviate telematicamente (con delibera del Soggetto Finanziatore);
b) domande per le quali il Soggetto Finanziatore ha prodotto ed inviato tramite PEC l’allegato D (dichiarazione di ammissibilità), ma non ha inviato la pratica telematicamente;
c) domande presentate direttamente al Confidi che ha generato l’allegato C (domanda dell’impresa).

Le domande di cui alla lettera a) saranno oggetto di istruttoria da parte dell'Organismo Intermedio e in caso di esito positivo, saranno ammesse alle agevolazioni con atto di Giunta regionale. Le spese relative ai piani di investimenti ammessi alle agevolazioni dovranno essere sostenute e pagate dai beneficiari entro la data del 31/12/2015.
Per le domande suindicate restano valide le regole vigenti al 31/12/2013.

Nelle more dell'approvazione del Regolamento regionale per gli aiuti in esenzione di recepimento del Regolamento (UE) C (2014) 3292/3:

Le domande di cui alla lettera b) saranno istruite e valutate secondo la disciplina del Regolamento 1407/2013 (de minimis).
Le domande di cui alla lettera c) saranno istruite e valutate secondo la disciplina del Regolamento 1407/2013 (de minimis), solo su apposita richiesta del Confidi, da inviarsi entro il 20 giugno 2014, tramite PEC.

Infine, si comunica che al 30 giugno 2014 saranno eliminate definitivamente dalla procedura telematica tutte le pratiche per cui non è stato prodotto l'Allegato D e per le quali il Confidi non abbia inviato richiesta via PEC.

Posta un commento