sabato 8 febbraio 2014

Smart & Start - progetti imprenditoriali innovativi

+ No comment yet
Smart&Start è il progetto che incentiva le nuove imprese del Mezzogiorno che puntano su innovazione, tecnologie digitali e valorizzazione della ricerca, sostenendo i progetti imprenditoriali a carattere fortemente innovativo, promossi da nuove imprese ubicate nel mezzogiorno: Basilicata, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, Calabria.

Il progetto è diviso in due sezione:

SMART prevede contributi a copertura dei costi di gestione dei primi anni di attività, per le nuove imprese ubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e i Comuni del Cratere Sismico Aquilano che propongono modelli di business innovativi sotto il profilo organizzativo o produttivo, oppure orientati a raggiungere nuovi mercati o a intercettare nuovi fabbisogni.

START prevede contributi a sostegno delle spese di investimento iniziali, per le nuove imprese ubicate in Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e i Comuni del Cratere Sismico Aquilano che intendono operare nell’economia digitale e/o valorizzare economicamente i risultati della ricerca, pubblica e privata.


MISURA SMART:

Prevede contributi a fondo perduto per la copertura dei costi di gestione aziendali sostenuti nei 48 mesi successivi alla presentazione della domanda.

Soggetti finanziabili: 
Le imprese che alla data di presentazione della domanda : 
  • sono costituite da non più di 6 mesi;
  • sono considerate di piccola dimensione (meno di 50 occupati, con un fatturato annuo, oppure un totale di bilancio annuo, non superiore a 10 milioni di euro); 
  • hanno sede legale e operativa nelle regioni Campania, Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata; 
  • sono costituite in forma societaria, comprese le società cooperative; 
  • fanno capo a una compagine composta da persone fisiche, in maggioranza assoluta e numerica e di partecipazione. Per le società cooperative i soci devono essere rappresentati esclusivamente da persone fisiche.
Le persone fisiche che vogliono avviare una nuova società: in questo caso la società deve essere costituita entro 30 giorni dalla data di comunicazione di ammissione alle agevolazioni .

Iniziative finanziabili: 
Progetti d’impresa che presentano almeno una delle seguenti caratteristiche:
  • prevedono soluzioni tecniche,organizzative o produttive, nuove rispetto al mercato di riferimento dell’impresa proponente, anche relativamente alla riduzione dell’impatto ambientale; 
  • siano funzionali all’ampliamento del target a cui è rivolto il prodotto-servizio, rispetto al bacino attualmente raggiunto dagli altri operatori attivi nello stesso mercato o settore; 
  • prevedano lo sviluppo e la vendita di prodotto/servizi innovativi o migliorativi rispetto ai bisogni dei clienti , oppure destinati a intercettare nuove esigenze, o anche rivolti a innovative combinazioni tra prodotto-servizio e mercato; 
  • propongono modelli di business orientati all’innovazione sociale, anche attraverso l’offerta di prodotti e servizi che intercettano bisogni sociali o ambientali.
Agevolazioni concedibili: 
Contributo a fondo perduto per coprire parzialmente i costi di gestione al netto dell’IVA, sostenuti dalla società beneficiaria dalla data di presentazione della domanda e non oltre 4 anni di attività dalla stessa data:
  • interessi sui finanziamenti esterni concessi all’impresa; 
  • Spese di affitto e impianti , attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici, nuovi di fabbrica e necessari all’attività d’impresa, 
  • canoni di leasing relativi agli impianti attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici, nuovi di fabbrica e necessari all’attività d’impresa, 
  • costi salariali, relativi al personale dipendente nei limiti massimi stabiliti dai CCNL, in forza di rapporti di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato. 
Ogni società può ricevere un contributo annuo fino a 50.000 euro per un ammontare complessivo fino ad un massimo di 200.000 euro nell’arco di 4 anni dalla data di presentazione della domanda.

 
MISURA START: 

Prevede contributi a fondo perduto e servizi reali a sostegno di programmi di investimento realizzati da nuove imprese con sede Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, che vogliono operare nell’economia digitale o che realizzano investimenti a contenuto tecnologico, finalizzati a valorizzare economicamente i risultati della ricerca pubblica o privata.

Soggetti finanziabili: 
Le imprese che alla data di presentazione della domanda:
  • sono costituite da non più di 6 mesi; 
  • sono considerate di piccola dimensione (con meno di 50 occupati e un fatturato annuo, oppure un totale di bilancio annuo, non superiore a 10 milioni di euro); 
  • hanno sede legale e operativa nelle regioni Campania, Calabria, Sicilia e Puglia; 
  • sono costituite in forma societaria, comprese le società cooperative; 
  • fanno capo ad una compagine composta da persone fisiche, in maggioranza assoluta numerica e di partecipazione. Per le società cooperative i soci devono essere rappresentati esclusivamente da persone fisiche;
Le persone fisiche che vogliono avviare una nuova società. In questo caso la società dovrà essere costituita entro 30 giorni dalla data di comunicazione di ammissione alle agevolazioni. 
Non possono accedere alle agevolazioni le imprese controllate dai soci di aziende che abbiano cessato l’attività nei dodici mesi precedenti la data di presentazione della richiesta. Progetti finanziabili:
  • programmi di investimento per sviluppare o produrre servizi e prodotti digitali, oppure che intendono adottare tecnologie digitali come elemento abilitante di nuovi processi o modelli di business, con conseguente miglioramento dell’efficienza gestionale, organizzativa o produttiva;
  • programmi di investimento a contenuto tecnologico con lo scopo di valorizzare economicamente i risultati della ricerca pubblica e privata nei processi di progettazione, produzione e commercializzazione di prodotti e servizi.
Agevolazioni concedibili: 
Sono concessi contributi nella misura del 65% delle spese ammissibili al netto dell’IVA relative all’acquisto di: 
  • impianti, attrezzature e macchinari tecnologici o tecnico-scientifici funzionali alla realizzazione del programma di investimento; 
  • componenti hardware e software funzionali al progetto di investimento; 
  • Brevetti e licenze; 
  • certificazioni, know how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, purchè direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’ impresa; 
  • progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi; 
  • consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al progetto di investimento e relativi interventi correttivi e adeguativi.
La percentuale può essere elevata al 75% per le società la cui compagine, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, sia interamente costituita da donne o da giovani di età non superiore ai 35 anni.

Importante:
 
Una società che vuole accedere agli incentivi “START” può richiedere anche le agevolazioni “ SMART”, se ne ha i requisiti e viceversa.

Il programma SMART&START non è un bando: le domande verranno esaminate secondo l’ordine cronologico d’invio, inoltre non è prevista nessuna graduatoria, né una data ultima per la loro presentazioni.

Posta un commento