sabato 4 gennaio 2014

Aiuti per l'area del mobile imbottito della Murgia - Incentivi per programmi di ricerca e sviluppo

+ No comment yet
La filiera lucana e pugliese del mobile imbottito rappresenta una realtà economica di rilievo del Mezzogiorno, caratterizzata da grandi imprese attorno alle quali si aggrega una fitta rete di piccole e medie imprese, ubicate in un’area denominata Murgia, a cavallo tra Regioni Basilicata e Puglia. Tale realtà, riconosciuta come Distretto produttivo, vive attualmente un periodo di crisi industriale e occupazionale, principalmente dovuto alla forte concorrenza sul mercato internazionale. Per fronteggiare e superare tale situazione di crisi il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Puglia e la Regione Basilicata, hanno stanziato complessivamente 40 milioni di euro per il rilancio e lo sviluppo industriale del settore del mobile imbottito della Murgia. La misura, chiamata Ricerca e Sviluppo, promuove programmi finalizzati alla realizzazione di innovazioni di prodotto e di processo.

Referenti :
Consulente Senior Giuseppe Maria Micale - cell. 3358337593
Consulente Senior Raffaele Clemente - cell. 3292826046
e-mail: info@agevola.org


Soggetti Beneficiari: 
soggetti in possesso di una stabile organizzazione in Italia, e un’unità produttiva attiva nei Comuni del distretto –comparto del mobile:
  • Le imprese che esercitano le attività di cui all’art. 2195 cc, numeri 1) e 3);
  • Le imprese agro- industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;
  • Le imprese artigiane di produzione di beni ;
  • Centri di ricerca con personalità giuridica autonoma;
  • I soggetti di cui prima, che presentano progetti anche congiuntamente tra loro e con organismi di ricerca, purchè la maggioranza di tali soggetti abbia un’unità produttiva attiva nei comuni del distretto- comparto del mobile imbottito.
Nello specifico, per “imprese del distretto-comparto del mobile” s’intendono tutte quelle che : 
  • svolgono prevalentemente l’attività economica di cui alla divisione 16 (industria del legno e dei prodotti in legno e sughero- escluso i mobili- fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio) o alla divisione 31 ( fabbricazione di mobili) della sezione C Attività manifatturiere della classificazione delle attività economiche Ateco 2007;
  • Producono componenti, lavorati e/o semilavorati per la filiera del mobile imbottito;
  • Hanno realizzato negli esercizi 2011 e 2012 almeno il 70 % del loro fatturato con imprese la cui attività è classificata nei suddetti codici della classificazione Ateco 2007
Territori finanziabili:
Le agevolazioni e gli interventi previsti dall’accordo sono attivi in un territorio della “Murgia” delimitato tra le provincie di Matera, Bari, Taranto che comprende 13 comuni:
  • Matera e provincia: Ferrandina, Matera, Montescaglioso, Pisticci 
  • Bari e provincia: Altamura, Cassano delle Murge, Gioia del Colle, Gravina in Puglia, Modugno, Poggiorsini, Santeramo in Colle
  • Taranto: Ginosa e Laterza
Iniziative agevolabili:
I programmi ammissibili alle agevolazioni devono prevedere attività di sviluppo sperimentale, comprendenti eventualmente anche attività non preponderanti di ricerca industriale, finalizzati alla realizzazione di innovazioni di prodotto e/o di processo in grado di contribuire al consolidamento e al recupero di competitività delle imprese operanti nei Comuni del distretto – comparto del mobile imbottito.

Le spese ammissibili devono essere non inferiori a euro 600.000,00 (seicentomila) e non superiori a euro 5.000.000,00 (cinquemilioni).

Agevolazioni concedibili:
Le agevolazioni sono concesse, nei limiti delle intensità massime di aiuto stabilite alla disciplina comunitaria richiamata in premessa, nelle seguenti forme:
  • Finanziamento agevolato, concesso per un ammontare pari al 50 % dei costi riconosciuti ammissibili e prevede una durata massima di 8 anni, oltre un periodo di preammortamento commisurato alla durata del programma, e comunque, non superiore a 4 anni a decorrere dalla data di emanazione del decreto di concessione. Il tasso agevolato di finanziamento è pari al 20 % del tasso di riferimento, vigente alla data di concessione delle agevolazioni, fissati sulla base di quello stabilito dalla Commissione europea. Esso non potrà mai essere inferiore a 0,5 per cento.  
Il finanziamento agevolato non è assistito da forme di garanzia, fermo restando che i crediti nascenti dalla ripetizione delle agevolazioni erogate sono, comunque, assistiti da privilegio ai sensi dell’articolo 24, comma 33, della legge 27 dicembre 1997, n.449.
  • Contributo alla spesa, concesso in misura massima pari al 20 % nominale dei costi riconosciuti ammissibili. Tale percentuale può essere maggiorata di 10 punti percentuali per i programmi realizzati da imprese di medie dimensioni e di 20 punti percentuali per i programmi realizzati da imprese di piccole dimensioni e da organismi di ricerca.
Termine di presentazione delle domande:
Le domande possono essere presentate a partire dal 3 febbraio 2014 e fino al 5 maggio 2014.

Procedura di accesso e concessione delle agevolazioni:
Gli incentivi sono gestiti direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico con procedura valutativa con procediamento a graduatoria.

Posta un commento